NEWS > 22 novembre 2021

Ad ogni uomo il suo make-up

I cosmetici per uomo sono da anni sotto osservazione da parte degli esperti di trend e abitudini dei consumatori: dai prodotti per barba e capelli allo skincare adatto alle esigenze della pelle maschile, il beauty case per lui si è arricchito di proposte tailor-made. Eppure, fino a poco tempo fa ombretti e matite erano appannaggio solo delle celebrities più originali, un “abito da scena” che solo David Bowie o Elton John potevano indossare.

Oggi lo scenario è completamente mutato: il trucco è sempre più un elemento di autodeterminazione e di espressione della propria individualità, soprattutto per i giovanissimi. Cosmoprof Worldwide Bologna non poteva ignorare il fenomeno: abbiamo intervistato Chantal Ciaffardini, make-up artist dei Måneskin, il giovane gruppo rock italiano che si sta esibendo in questi mesi sui palcoscenici internazionali più prestigiosi. 

Ad ogni uomo il suo make-up image 1
Ad ogni uomo il suo make-up image 2

Chantal, grazie ai Måneskin, oggi il make-up per uomo è una delle tendenze più interessanti per gli addetti ai lavori. Credi sia un trend legato solo ai personaggi del mondo della musica o del cinema?

Assolutamente no! Basta osservare i ragazzi che incontriamo quotidianamente per strada: sono in tantissimi ad indossare make-up e smalti, cosa impensabile, ahimè, fino a poco tempo fa. Certo, l’esempio di personaggi famosi come Fedez o Damiano, Thomas e Ethan ha sicuramente aiutato la diffusione del fenomeno, e soprattutto sui social network sono moltissimi i tutorial di make-up maschili. 


A chi ti ispiri per creare il make-up per i componenti dei Måneskin?

Il processo di creazione è molto spontaneo: spesso parto dall’outfit per proporre dei make-up che possano esprimere al meglio la loro personalità, rispettando il loro gusto personale e ottenendo una resa video e fotografica d’impatto. L’ispirazione la traggo direttamente dalla band e da quello che secondo me funziona su di loro.


Nella tua carriera hai lavorato con molti altri artisti di rilevo, come Levante e i partecipanti al talent X-Factor. Quali sono le principali differenze, se ci sono, tra make-up per uomo e make-up per donna?

Le differenze sono poche ma importanti. La pelle, ad esempio: l’uomo ha una pelle più spessa e ricca di collagene, meglio quindi optare per texture leggere e opache. Personalmente, per un make-up maschile io sconsiglio l’uso del mascara, perché limita la naturale intensità che ha uno sguardo maschile. Non amo particolarmente i lipstick per l’uomo, li trovo troppo difficili per un trucco da tutti i giorni. L’unica eccezione sono i gloss e il rossetto nero, che vedo però adatti solo ad un look molto strong, da scena.


C’è un prodotto make-up “must-have”, che secondo te non deve mancare nei beauty case, sia per uomo che per donna?

Sicuramente una matita nera dalla resa e durata perfette, ideale per enfatizzare lo sguardo. E poi, una cipria perfezionante, che aiuta a nascondere le imperfezioni.


Share article:

Last news

Iscriviti alla newsletter!

A cura di
Con il supporto di
In collaborazione con
Certificato da

COSMOPROF WORLDWIDE BOLOGNA - Made by BolognaFiere Cosmoprof S.p.a. - Registered office: Via Maserati 16, 40128 Bologna (Italy) - R.E.A. 1766978
© 2018 All right reserved - BolognaFiere Cosmoprof - Privacy Policy - Cookie Policy
Segnalazioni - Modello ex D.LGS 231/2001 e Codice Etico

Designed with by ArchiMedia 172.70.134.128

Seguici